Sicurezza nei luoghi di lavoro: la rivoluzione dei droni

L’utilizzo dei droni per la sicurezza dei luoghi di lavoro sembra generare molti vantaggi soprattutto perché contribuisce a ridurre il numero di incidenti e decessi. Un altro aspetto incoraggiante di questa tecnologia è dato dalla riduzione dei costi delle attività di ispezione e monitoraggio.

I droni sono ormai una realtà consolidata. L’impiego di queste macchine si è diffuso in numerose applicazioni e nelle più diverse professioni, compreso l’ambito della sicurezza dei luoghi di lavoro (sicurezza del volo, sicurezza degli ambienti e dei lavoratori, ispezioni industriali, ispezioni e rilievi di impianti di produzione industriale ed energetico), e il fenomeno è destinato a crescere sempre di più.

Grazie all’impiego dei droni per effettuare ispezioni si potrebbe ridurre il numero di incidenti e decessi sul lavoro. I droni, infatti, essendo un aeromobile a pilotaggio remoto controllabile attraverso un computer da un navigatore che si trova a terra o su un altro veicolo, possono essere molto utili per le ispezioni in zone particolarmente anguste o pericolose. Quelli di dimensioni più piccole sono anche in grado di muoversi in luoghi molto ridotti contribuendo così al controllo e alle verifiche delle funzionalità di ambienti come silos, reti fognarie, impianti chimici e petroliferi.

Operazioni ad alto rischio che ora possono essere gestite da remoto grazie ai droni. Questi ultimi vantano ormai numerose apparecchiature accessorie: fotocamere, videocamere, rilevatori di temperatura, laser scanner o rilevatori di gas. Questi strumenti possono trasmettere in diretta i dati rilevati direttamente alla stazione di controllo per gestire la sicurezza dei luoghi di lavoro. Anche la modalità di raccolta dati è totalmente gestibile a distanza. Sarà solo il drone a trovarsi fisicamente nell'area pericolosa.

Un altro aspetto incoraggiante è la questione relativa al costo delle attività di ispezione e monitoraggio che, rispetto all’utilizzo dei metodi classici, si riduce parecchio.

Per incentivare l’impiego dei droni nel settore della sicurezza nei luoghi di lavoro serve prima di tutto definire le attività di ispezione e controllo e successivamente un’accurata analisi del rischio. Sulla base di questi dati si passa poi all’esecuzione vera e propria delle ispezioni, analizzando i dati ottenuti per poi poter, eventualmente, pianificare gli interventi di manutenzione.

L’utilizzo dei droni, con le varie dimensioni e proprietà, può essere una reale risposta alla problematica della sicurezza dei luoghi di lavoro. In base alle regole volute dal Consiglio Europeo i droni sono progettati in modo da poter essere utilizzati senza pericoli per le persone. In base al rischio, ad esempio al peso del drone o all’area operativa, il drone avrà bisogno di dotarsi di caratteristiche specifiche, come l’atterraggio automatico, nel caso in cui l’operatore perda il contatto con il drone, o i sistemi anticollisione.

Questo rinnovamento nell’ambito della sicurezza deve essere accompagnato da aggiornamenti continui delle normative necessari a rendere più semplice l’utilizzo di queste apparecchiature, recependo quindi tutte le disposizioni contenute nei decreti legge sulla sicurezza.


 

CANTIERI

scopri di più

202 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti