Le norme nell'evoluzione della tecnica

Come cambiano le attrezzature di lavoro? Quali sono i rischi ad essi collegati? Il continuo cambiamento delle macchine e delle attrezzature da lavoro deve essere accompagnato da una conoscenza delle criticità e delle possibili soluzioni..

Il rapido cambiamento delle macchine e delle attrezzature di lavoro comporta una continua revisione delle modalità di lavoro, delle tutele e dei comportamenti dei lavoratori affinché ci sia una reale prevenzione degli infortuni. Il percorso di miglioramento tecnologico deve quindi essere accompagnato da una conoscenza delle principali criticità e delle soluzioni possibili per far sì che la proposta normativa indirizzi e non insegua l'innovazione tecnologica. Molto importanti sono le norme armonizzate che “forniscono le specifiche tecniche che consentono ai produttori di macchine di conformarsi ai requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute. Poiché le norme armonizzate sono sviluppate e adottate sulla base del consenso fra le parti interessate, le loro specifiche danno una buona indicazione dello stato dell’arte al momento della loro adozione”. Il produttore può anche scegliere delle soluzioni alternative che devono comunque essere conformi ai requisiti essenziali di sicurezza e di tutela equivalenti a quelle ottenute applicando le specifiche della norma autorizzata pertinente. Se le norme armonizzate non sono disponibili, altri documenti tecnici forniscono indicazioni utili per attuare i requisiti di sicurezza necessari e di tutela alla salute. I tipi di norme armonizzate sono:

- di tipo A che delineano i concetti di base, la terminologia e i principi di progettazione applicabili a tutte le categorie di macchine;

- di tipo B che riguardano aspetti specifici della sicurezza delle macchine o varie protezioni da utilizzare;

- di tipo C che indicano norme particolari per ogni categoria di macchine.

Le macchine vanno considerate nel loro insieme, anche quando sono dotate di attrezzature intercambiabili, ovvero di parti costruite per essere montate dopo che la struttura di base è messa in funzione. Questi strumenti apportano una nuova funzione al dispositivo di base, non vanno dunque confusi con i pezzi di ricambio o con utensili vari quali, ad esempio, lame, punte, barre semplici per la movimentazione terra etc etc. È fondamentale che il costruttore dia istruzioni precise su quali macchine queste attrezzature intercambiabili si possono montare e utilizzare in sicurezza. Un'analisi che tiene conto di tutti i rischi possibili e prevedibili richiede metodo e competenza, i fattori da considerare sono davvero tanti così come le figure coinvolte nella progettazione, nell'utilizzo e nella manutenzione della macchina. Metodologia e normativa sono la chiave per garantire una costante tutela dei lavoratori.


MACCHINARI

scopri di più

16 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti