CSTA – Ecco perché siamo differenti

Le cronache ci riportano spesso episodi di incidenti drammatici sul lavoro. Eppure in pochi sanno come – lontano dai riflettori dei mass media – la sicurezza sul lavoro sia ancora in molti casi una vera e propria utopia. E quando non ci sono gli incidenti, ci sono le multe per qualche norma trascurata o qualche aggiornamento mancato. CSTA vuole risolvere entrambi questi problemi per costruire una vera sicurezza sul luogo di lavoro, in primis per chi vive l'azienda ogni giorno e contemporaneamente per chi la guida, ci investe, la governa.



Parlare di sicurezza oggi può sembrare superfluo. Tutti sanno cos'è la sicurezza. Eppure in pochi si chiedono davvero cosa ci sia dietro questa parola. CSTA – Centro Servizi Tecnico Ambientali – ha deciso di occuparsi di sicurezza sul lavoro. Anche questa locuzione è molto utilizzata e molto poco compresa al giorno d'oggi. E allora vediamo cosa intendiamo noi per sicurezza del lavoro.

Al primo posto viene la tutela degli esseri umani. Chi lavora in un'azienda deve farlo in modo protetto, sereno, lontano dal rischio infortuni. Subito dopo viene l'attenzione per le norme e le regole dei vari enti competenti. Quante volte succede di prendere una multa per qualche aggiornamento o qualche dettaglio trascurato. È incredibile come questi aspetti risultino sterili e ridondanti finché non accade qualcosa... Claudia Buratti, della CSTA, ci racconta di come un dramma personale l'abbia spinta a scegliere di lavorare in questo ambito: “Quando mio padre aveva solo 16 anni lavorava nell'officina elettromeccanica di famiglia ed è stato vittima di un grave incendio. È stato ricoverato per molti mesi nel reparto grandi ustionati del CTO di Torino e ancora oggi si porta dietro i segni fisici e gli strascichi di quell'incidente. Infatti, a causa delle estese e gravi ustioni, ha dovuto subire delle trasfusioni di sangue che da un lato gli hanno salvato la vita ma dall'altro gli hanno trasmesso l'epatite C che negli anni si è cronicizzata in cirrosi epatica, portandolo infine al trapianto di fegato avvenuto nel 2017.

Ecco, questo è il motivo per cui ho scelto il mio lavoro; per portare il mio contributo affinché nessun altro viva ciò che ha vissuto mio papà”.

Per questo motivo con CSTA basiamo il nostro lavoro su 5 principi fondamentali

RESPONSABILITÀ - ci assumiamo la responsabilità di ciò che facciamo, mettendoci la faccia e garantendo la sicurezza;


TECNICA - trasformiamo la norma scritta in pratica quotidiana;


RICERCA - siamo sempre aggiornati sulle normative e sulle innovazioni tecniche;


ESPERIENZA - seguiamo i nostri clienti dal 1994 e insieme maturiamo nuove competenze;


SOLUZIONE - cerchiamo di avere sempre una soluzione ai quesiti che ci vengono posti, fornendo ai nostri clienti un pacchetto completo per la sicurezza.

Quello che la CSTA, fin dal 1994, vuole trasmettere e diffondere è la cultura della sicurezza; mentre per molti la norma è solo un obbligo, per noi è un perimetro comportamentale che permette alle persone e alle aziende di evolversi e distinguersi.


Oggi il nostro staff conta 30 risorse suddivise in quattro settori

SERVIZI - CANTIERI - MACCHINARI - FORMAZIONE




Il personale del settore SERVIZI si occupa principalmente di:

• valutazioni di tutti i rischi che ci possono essere in azienda;

• campionamenti ambientali e analisi di laboratorio;

• autorizzazioni e pratiche ambientali e gestione dei rifiuti;

• consulenza per il settore alimentare, con la redazione di manuali HACCP, effettuazione e analisi di campionamenti di alimenti e tamponi di superfici;

• tutto ciò che riguarda i sistemi di gestione (qualità - sicurezza - ambiente), attraverso la progettazione e l'implementazione dei sistemi di gestione oppure la consulenza per la predisposizione degli audit.




Il personale del settore CANTIERI segue:

• l'assunzione di diversi incarichi, in particolare quelli di Responsabile dei Lavori, Co